Martedì 19 Novembre 2019
Siciliani fermati sull'1-1 in casa dell'Aversa. Si profila una lotta serrata per i play out


Lega Pro. Per il Messina un pari che sta stretto. E la classifica continua a non sorridere

di Carmelo Micalizzi | 28/03/2015 | SPORT

1271 Lettori unici

Il gol del pareggio di Nigro

Il Messina esce con un punto dal “Bisceglia” di Aversa al termine di una partita che ha visto i peloritani agguantare il pareggio in un finale thriller, dopo essere passati in svantaggio immeritatamente a 5’ dal termine. Era di sicuro una partita da vincere, ma ancora più importante era non perdere uno scontro diretto che sa tanto di playout e al termine del quale i giallorossi escono forti di una discreta prestazione, condita con almeno quattro buone palle gol, un pizzico di sfortuna, ma anche di un arbitraggio non eccelso, dimostrazione ne è il penalty concesso ai campani che rimane più che dubbio. Fondamentale sarà adesso mantenere la concentrazione in vista del match casalingo di giovedì, quando tra le mura amiche arriverà il Martina Franca di Bucolo e Vincenzo Pepe, forte dei 35 punti in classifica e sicuramente posizionato tra le “tranquille”, o quasi, del girone , ad appena sei giornate dal termine.

Davanti a oltre 150 supporters giallorossi il Messina è chiamato a far bene per evitare di sprofondare sempre di più in una classifica che altrimenti rischierebbe di diventare sempre più complicata per gli uomini di Di Costanzo. Il tecnico romano sorprende tutti lasciando Corona e Ciciretti in panchina e optando per una formazione inedita che torna comunque ad essere quasi al completo dopo diverse settimane. Unico assente Iuliano, che quindi lascia la difesa dei pali a Berardi; difesa a tre affidata a Silvestri, Stefani e Pepe, centrocampo a cinque con Nigro, Damonte e Mancini supportati sulle corsie esterne da Cane e Benvenga mentre in avanti il duo Orlando-Izzillo.
E’ una formazione diversa quello che approccia la gara del “Bisceglia”. I siciliani sono più dinamici e per la prima metà di tempo sfiorano più volte il gol, prima con Mancini che fallisce il tap-in lanciato solo davanti alla porta e poi con un gran sinistro al volo di Izzillo fuori di poco. Gli uomini di Di Costanzo continuano a crescere e rischiano di andare in gol al 13’ con Orlando che si fa rimpallare il tiro da un difensore campano dopo essere stato imbeccato in area da uno scatenato Izzillo. Ma è al 15’ che gli ospiti rischiano di passare: triangolo di Silvestri con Izzillo, il centrale difensivo giallorosso entra in area e serve laterale Mancini, il suo cross giunge a Cane che a porta vuota spara alto un rigore in movimento. Poco dopo Izzillo viene colpito al volto da una gomitata di Cossentino che viene solo ammonito. Al 23’ la palla del vantaggio è di Damonte che però su una sponda aerea di Orlando da due passi viene preso in controtempo e non arriva sul pallone. L’Aversa prende poco a poco coraggio anche perchè il Messina abbassa il baricentro e alla prima disattenzione ospite guadagna un penalty per fallo dubbio di Pepe su Mangiacasale: De Vena calcia centrale e Berardi eroico, prima para centrale e poi sulla respinta si avventa sulla sfera guadagnando un calcio di punizione. Da segnalare nella prima frazione ben otto cartellini gialli estratti dal direttore di gara. 

Al rientro dagli spogliatoi i giallorossi sono aggressivo e vanno al tiro al 52’ con Orlando che si fa respingere il tiro da Lagomarsini e poi poco dopo con un destro deviato da fuori di Izzillo. Qualche brivido per il Messina al 65’ quando De Vena non arriva su un cross tagliato di Del Prete dalla destra, poi è solo il Messina a cercare la via del gol con gli ingressi di Ciciretti e Corona per Cane e Mancini. Al 79’ Ciciretti serve un ottimo pallone a Silvestri su punizione dalla trequarti ma il difensore peloritano non centra la porta. Poi è ancora Messina, con Corona che sfrutta un rimbalzo e serve al limite Ciciretti che calcia ma si vede respingere la conclusione da Orlando che era sulla traiettoria. La doccia gelata per i siciliani arriva a 5’ dal termine: corner corto di Geroni per Amelio che tutto solo guarda in area e serve Mosciaro che di testa non sbaglia e segna l’1-0. Gli uomini di Di Costanzo si scuotono e trovano il pareggio appena un minuto dopo, all’86’. Orlando lanciato a rete calcia forte trovando sulla sua strada un Lagomarsini miracoloso. Sul corner successivo di Ciciretti stacca Nigro che schiaccia il pallone trovando il pareggio. In questo finale thriller è il Messina a rischiare ancora il colpaccio ma Corona imbeccato da Ciciretti mette alta la girata con il destro.  Finisce 1-1 dopo 5’ di recupero. Prossimo appuntamento giovedì ore 14 al San Filippo, dove arriverà il Martina Franca.  

 

TABELLINO

AVERSA – MESSINA 1 - 1

Reti: 84’ Mosciaro (A), 86’ Nigro (M)

AVERSA (4-3-3):
 Lagomarsini, Del Prete, Amelio, Geroni, Magliocchetti, Cossentino, Mangiacasale, Catinali, De Vena (77’ Personè), Sassano (55’ Mosciaro), Castellano (57’ Capua). A disposizione: Despucches, Scognamillo, Esposito, Giannusa. All.: Salvatore Marrà

MESSINA (3-5-2): Berardi, Silvestri, Benvenga, Stefani, Pepe, Nigro, Izzillo, Damonte, Orlando (88’ Bonanno), Mancini (74’ Ciciretti), Cane (66’ Corona). A disposizione: Scardino, Donnarumma, Altobello, De Paula. All.: Nello Di Costanzo


Arbitro: Valerio Marini di Roma 1

Ammoniti: Cossentino, Amelio, Geroni, Castellano (A), Cane, Benvenga, Pepe, Mancini, Damonte, Stefani (M)

Recupero: 0’ pt, 5' st

Più informazioni: acr messina lega pro  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.