Mercoledì 13 Novembre 2019
Terza vittoria consecutiva per i peloritani che si preparano al derby con il Catania


Lega Pro. Tavares-gol: il Messina stende il Melfi

di Carmelo Micalizzi | 19/03/2016 | SPORT

1260 Lettori unici

Arrivano ancora tre punti per il Messina nella seconda gara casalinga consecutiva valevole per la 27esima giornata del girone C di Lega Pro. Gli uomini di Di Napoli trovano anche quella che è la terza vittoria consecutiva dopo Lupa Castelli e Foggia al termine di una gara a tratti noiosa ma ben interpretata dai peloritani, mai davvero impensieriti da un Melfi alla ricerca disperata di punti. Dopo 49 giorni torna al gol Tavaresi, con una conclusione al volo da vedere e rivedere, ma c’è anche una nota negativa nel pomeriggio di festa dei giallorossi: un brutto infortunio occorso a Bramati, subentrato a Zanini a gara in corso, ha costretto a fine primo tempo il giovane centrocampista a uscire dal campo con un vistoso taglio sotto il ginocchio per raggiungere il Policlinico. Messina che adesso si preparerà al meglio per la sfida infrasettimanale di giovedì contro il Catania al “Massimino”, fondamentale per tenere alto il morale e regalare una soddisfazione ai tifosi dopo il pari dell’andata.

Il Messina scende in campo con l’ormai classico 4-3-3 con Berardi tra i pali, poi Ionut e Genny Russo sugli esterni a supporto di Martinelli e De Vito centrali; a centrocampo Fornito, Baccolo e Zanini a sostituire lo squalificato Giorgione, mentre in avanti ci sono Gustavo, Tavares e Scardina. Tornano in panchina Cocuzza, Padulano e Bramati dopo un lungo periodo di stop per infortunio.
Il primo tempo regala poche emozioni. Il Messina gioca una partita tranquilla senza forzare troppo ma riesce comunque a creare qualche difficoltà ai lucani che appaiono spenti e poco determinati nel cercare la via del gol. Eppure i tre punti sarebbero fondamentali per i gialloverdi in chiave salvezza. Al 15’ è un pasticcio di De Vito a spianare la strada a Masini, ma Genny Russo ci mette una pezza, poi i padroni di casa rispondono cinque minuti dopo con un tacco di Scardina a tu per tu con Santurro. Gustavo ci prova da fuori al 25’ ma il suo tentativo termina altissimo. La partita si gioca a ritmi bassissimi e sono numerosi gli errori da una parte e dall’altra. Siamo al minuto 35’ quando Di Napoli deve sostituire Zanini per un guaio fisico lasciando spazio a Bramati. Primo cambio obbligato per il mister peloritano che addirittura dopo dieci minuti, al 45’, dovrà sostituire proprio il neo entrato Bramati per un taglio sotto il ginocchio optando per il secondo cambio obbligato e inserendo Barilaro. Tanta sfortuna per i giallorossi che nel primo dei tre minuti di recupero colgono una clamorosa traversa con un colpo di testa di Scardina, imbeccato in area piccola da una punizione di Fornito. Allo scadere ancora Messina con Tavares che dal limite impegna seriamente Santurro.

La seconda frazione si apre così come la prima si era chiusa: il Messina sfiora la rete dopo appena due minuti con Tavares che, approfittando di una spizzata di Scardina, arriva davanti a Santurro agile però nel neutralizzare la sua conclusione. Passa appena un minuto e stavolta è Genny Russo con un cross dalla sinistra a impegnare l’estremo difensore ospite. Il Melfi sembra incapace di pungere ma riesce comunque a trovare un varco al 62’ quando Masini, pescato da un lancio lungo stoppa solo davanti a Berardi che lo ferma in uscita bassa. Al 66’ un cross di Barilaro raggiunge Gustavo che calcia al volo trovando ancora la risposta di un grande Santurro. Sul corner successivo ci provano prima Tavares e poi Martinelli, entrambi murati provvidenzialmente dalla retroguardia avversaria. Ultimo cambio per Di Napoli al 69’ con l’ingresso di Padulano per Genny Russo, chiaro segnale che il Messina non si accontenta del pari. Gli ospiti si affacciano in avanti con due conclusioni dalla distanza, la più pericolosa è di Giacomarro che però non inquadra la porta. I giallorossi danno l’impressione di poter trovare la rete che infatti arriva al minuto 81: Tavares trova un buon pallone dal limite e calcia al volo mettendo la palla sotto il sette. Gran gol del portoghese che spezza un digiuno lungo 49 giorni e fa esplodere i duemila sugli spalti. All’87’ ci prova il Melfi con Soumaré che da due passi viene fermato da un ottimo intervento di Alessandro Berardi. Finisce 1-0 dopo tre minuti di recupero, sull’ennesimo miracolo di Santurro su Gustavo. Per il Messina sono tre vittorie di fila.
 

 

TABELLINO

MESSINA – MELFI 1 - 0
Reti: 81’ Tavares (M)

MESSINA (4-3-3): Berardi, Ionut, Genny Russo (69’ Padulano), Baccolo, Martinelli, De Vito, Fornito, Zanini (35’ Bramati, 47’ Barilaro), Tavares, Gustavo, Scardina. A disposizione: Addario, Mileto, Fusca, Giuseppe Russo, Biondo, Masocco, Cocuzza, Lia.
All.: Raffaele Di Napoli

MELFI (4-2-3-1): Santurro, Annoni (68’ Petricciuolo), Giron, Maimone, Cason, Petta, Soumaré, Giacomarro, Masini (71’ Ingretolli), Finazzi (62’ Canotto), Longo. A disposizione: Gagliardini, Silvestri, Colella, Demontis, Boscolo. All.: Guido Ugolotti

Arbitro: Luca Candeo di Este

Recupero: 3’ pt, 3’ st.

Più informazioni: acr messina lega pro 15-16  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.