Sabato 07 Dicembre 2019
L'atleta di S. Teresa ha chiuso poco sopra le tre ore di gara. Bene tutti gli altri


Maratona di New York, Pierpaolo Maimone primo degli jonici

di Gianluca Santisi | 03/11/2013 | SPORT

3379 Lettori unici | Commenti 1

Un solo minuto oltre la soglia delle tre ore. Grande prestazione del santateresino Pierpaolo Maimone alla Maratona di New York, vinta dal keniano Geoffrey Mutai, che ha conquistato il bis dopo il successo del 2011. Mutai ha chiuso in 2h08'24''. Meno di quattro minuti dopo, ha tagliato il traguardo Daniele Meucci, primo degli italiani che con il tempo di 2h12'03'' si è classificato al decimo posto assoluto. Tra le donne, la migliore delle azzurre è Valeria Straneo, quinta. Dicevamo di Pierpaolo Maimone, il medico di S. Teresa di Riva con la passione per il fondo. All'esordio assoluto ha concluso i 42km di percorso in 3h 01'22'', appena 82 secondi secondi sopra la fatidica soglia delle tre ore. Maimone, con una gara di grande regolarità, ha ottenuto il miglior piazzamento (859° assoluto) tra i cinque atleti del team “Marathon Ionian Runners”, composto da cinque appassionati provenienti dalla zona jonica messinese. Tutti hanno concluso la gara. Dietro Maimone si sono piazzati: Nino Busà con il tempo di 3h17'06''; Paolo Garufi in 3h51'13''; Nuccio Micali in 4h07'21''; il veterano Melino Puliatti in 4h56'51'', portando a termine una gara seriamente condizionata da un guaio muscolare che l'ha costretto a rallentare il ritmo nella seconda metà.
Questi i passaggi degli atletici jonici a metà gara: Maimone 1h29'48''; Busà 1h34' 12''; Garufi 1h46' 22''; Puliatti 1h46' 23''; Micali 2h03'18''.

Alla 43esima edizione della famosa maratona hanno partecipato in 50mila tra atleti professionisti e amatori. Gli italiani erano 1.800.

 

Pierpaolo Maimone alla Stramilano 2013

 

Tempi e dati di percorrenza 

 


Più informazioni: maratona new york  maratona  


COMMENTI

Loretta Ralli | il 03/11/2013 alle 22:32:09

Che gioia e che orgoglio ,grazie ai nostri conterranei che hanno avuto la tenacia ed il coraggio di mettersi in discussione . Un abbraccio

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.