Martedì 12 Novembre 2019
Con la Pallavolo Sicilia arriva il primo stop stagionale. Le etnee guadagnano un punto sulla capolista


Volley. B2 femm.: l'Effe S. Teresa cade a Catania ma è salda in vetta

di Redazione | 29/03/2015 | SPORT

1282 Lettori unici

Cade nel 17esimo turno del campionato di Serie B2 l’imbattibilità dell'Effe Volley S. Teresa. La formazione jonica è uscita sconfitta 3-2 dalla sfida in casa della diretta inseguitrice del girone I, la Pallavolo Sicilia Catania, perdendo al tie-break e consentendo alle etnee di avvicinarsi alla prima posizione occupata dalla formazione di Claudio Mantarro. Il distacco è adesso ridotto a 6 punti, quando mancano cinque giornate al termine del campionato. Tre di queste l’Effe Volley, slada a quota 49, le giocherà tra le mura amiche, e ciò fa ben sperare società e atlete, che sognano da inizio anno la B1. La gara disputatasi a Catania nel centro sportivo polivalente di via Zurria è stata bella ed avvincente: di fonte tra le due squadre più forti del campionato, che hanno dato tutto per centrare la vittoria. Onore e merito alle padroni di casa ma nulla da rimproverare alla capolista, che nonostante avesse qualche titolare non al meglio, ha reagito rabbiosamente nel quarto set portandosi 2ul 2-2 che le ha consentito alla fine di vedersi rosicchiare solo un punto dalle etnee. Formazioni tipo da ambo le parti. Per l'Effe Saporito in diagonale con Mucciola, Casale e Lo Re di banda, Composto e Bilardi centrali con Scalise libero. La Pallavolo Sicilia rispondeva con Chiavaro e Tomaselli in P4, Milici opposto, Vinciguerra e Bontorno dal centro, Ferlito palleggiatrice e Gueli libero. La gara cominciava con le ospiti subito avanti prima sul 2-6 e poi sul 3-8. Le ragazze di Agata Licciardello si avvicinavano sul 10-12 sfruttando il turno in battuta di Margherita Chiavaro. Nuovo allungo S. Teresa prima sul 12-18 e poi sul 16-20 per chiudere sul 20-25. Molto bene il gioco dal centro e le scorribande offensive del capitano Sara Casale. Il secondo set iniziava sulla scia del primo e quando si era sullo 0-6 si pensava ad una facile tre a zero, di parere diverso erano le catanesi che pian piano rientravano in partita sfruttando gli errori delle avversarie e dopo essersi avvicinate si mettevano avanti al secondo time out tecnico sul punteggio di 16-15. Si andava avanti punto a punto sino al 20 pari. Doppio vantaggio Catania e doppia risposta S. Teresa per il 22-22. Due palle in rete in attacco delle messinesi decretavano il 25-22 e l'uno a uno. La vittoria del parziale galvanizzava la Pallavolo Sicilia che sfruttava il momentaneo appannamento della capolista e partiva avanti prima sull'8-4, poi sul 18-8. Sul 21-11 Claudio Mantarro faceva rifiatare Valeria Mucciola in luogo di Sharon Tracinà, per poi rimetterla in campo dopo due scambi. Si arrivava sul 24-16, quando una serie di punti dell’Effe metteva in dubbio un set che sembrava già segnato ma che si chiudeva sul 25-22. La rimonta sfiorata dava animo a Lo Re e compagne, che sospinte da oltre cento tifosi accorsi in quel di Catania, scendevano in campo nel quarto e determinante set pronte a rimettersi in partita. Trascinate da una maestosa Ambra Composto, le santateresine macinavano punti virando al primo time out tecnico sul 7-8, al secondo sul 12-16 e chiudendo sul 21-25. Due a due. Al quinto e ultimo set Chiavaro e soci sempre avanti prima sull'8-4 ed in chiusura sul 15-10 per il 3-2 finale. Al termine festa per entrambe le tifoserie. Quella del Catania per la vittoria, quella dell'Effe per il vedersi avvicinare una meta che alla vigilia del campionato sembrava proibita e che adesso è lì dietro l'angolo.
Per il tecnico dell’Effe Volley, Claudio Mantarro, “una bella partita che poteva essere vinta da entrambe le squadre che meritano di occupare i primi due posti in graduatoria. Voglio complimentarmi con la mia squadra – ha sottolineato – per la reazione del quarto set che ci consente di rimanere a più sei in classifica. Non sono mai stato bravo in aritmetica e non voglio cimentarmi adesso a fare calcoli, pensiamo a vincere le prossime gare”.  Felice al termine della partita il direttore sportivo della Pallavolo Sicilia, Piero D'angelo: “Sapevo che avremmo fatto una bella partita ma non immaginavamo di poter vincere contro il Santa Teresa, che è una formazione che è equipaggiata per fare già la B1. Vincere contro di loro è stata una ciliegina su una stagione che definirei straordinaria. Onore alle avversarie per la bella partita di alto livello disputata e per lo staff tecnico e la dirigenza del Santa Teresa per la signorilità e la correttezza dimostrata; è un piacere poter fare sport senza recriminazioni, non abbiamo vinto noi ma entrambe le formazioni".                                                         


TABELLINO

PALLAVOLO SICILIA - EFFE VOLLEY S. TERESA 3-2 (20-25, 25-22, 25-22, 21-25, 15-10)

PALLAVOLO SICILIA: Bontorno 6, Chiavaro 18, Ferlito 1, Milici 18, Tomaselli 13, Vinciguerra 9, Gueli (L), La Ferrera, Miuccio, Randazzo, Rendo, Torre, Bonaccorso (L2). All.: Agata Licciardello

EFFE VOLLEY S. TERESA: Mucciola 2, Lo Re 22, Bilardi 16, Casale 19, Composto 20, Saporito 2, Scalise (L), Tracinà Sharon, Tracinà Kareen, Serban, Cosentino. All.: Claudio Mantarro

Arbitri: Cigna e Costanzo

Più informazioni: effe volley 14-15  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.