Venerdì 18 Ottobre 2019
Il programma del 16 luglio


S. Teresa. In arrivo la festa della Patrona

di Salvatore Coglitore | 01/07/2013 | STORIA

2863 Lettori unici | Commenti 7

Santa Maria del Monte Carmelo “‘A Mathr’u Càrminu” è Patrona di Santa Teresa di Riva sin dal 1888, anno in cui venne realizzata la statua lignea ad opera del sig. Francesco Lo Turco di Mongiuffi Melia, anche se la devozione dei marinoti verso la Santa risale ai primi del ‘500. Anche quest’anno, come già avvenuto lo scorso anno, sabato 13 luglio alle ore 22 si terrà una suggestiva fiaccolata sulla spiaggia sottostante piazza Marinai d’Italia. Da qui i fedeli, accompagnati dal parroco, padre Gerry Currò, raggiungeranno il Santuario di Bucalo. L’appuntamento con la festa è per il 16 luglio quando alle prime luci dell’alba con colpi di mortaretto avrà inizio la prima delle cinque celebrazioni della mattinata. Alle 10,30 avrà luogo il Solenne Pontificale, presieduto da Sua Eccellenza l’arcivescovo mons. Calogero La Piana, con la partecipazione di padre Gerry Currò e di vari sacerdoti del vicariato. Puntuale, alle ore 18.30, partirà la solenne processione che percorrerà le vie principali del paese, prima salendo a Sparagonà all’icona del 1921, per poi scendere e arrivare fino a Pozzo Lazzaro, limite con la parrocchia di Portosalvo, e infine fare ritorno in chiesa intorno alle 23.30. All’una in punto, i classici e immancabili fuochi d’artificio che, come da tradizione, concludono la festa.
Quanti gràzzii chi vulèmu/annamu a la Vergini chi l’avèmu/e di cori ludata sia di lu Càrminu Maria!

A giorni su www.sikilynews.it una pagina di storia inedita che riguarda la chiesa.

Più informazioni: madonna del carmelo  santa teresa  


COMMENTI

devoto | il 01/07/2013 alle 09:46:08

Non ho mai capito una cosa sola di questa festa: perchè, se è la patrona del paese, la processione non percorre tutto il paese, ovvero tutta la via nazionale (corso principale) e basta? Che senso ha che si fermi a Pozzo Lazzaro, da lì in poi il paese non conta? Anni fa quando lo chiesi mi dissero che ero pazzo, non si può togliere via Sparagonà per sostituirla con la Nazionale. Allora diciamo che è la festa della parrocchia di Bucalo, non la patrona del paese per favore, grazie.

Salvatore Coglitore | il 01/07/2013 alle 17:49:32

Caro Devoto, la questione è semplicemente legata alla raccolta dei soldi per fare la festa. Se la processione della Madonna del Carmelo arrivasse fino a Barracca, il comitato dovrebbe passare a raccogliere anche in quella zona. Però così' facendo, quando ai primi di agosto, si svolge la festa di Portosalvo, i fedeli di Barracca avrebbero difficoltà economiche a dare un secondo contributo per una seconda processione! In effetti, è giusto e sacrosanto che la Patrona venga portata in processione per tutto il paese... che però andando a Barracca arriverebbero a Sparagonà a notte fonda! Chi glielo dice ai sparagunoti!!! Già ci fu un clamoroso precedente nel 1951.... che magari in seguito racconterò.

devoto | il 01/07/2013 alle 20:21:15

E che significa? che la Madonna passa solo dove hanno messo soldi? Che degrado... E comunque il suo ragionamento non regge perché nel territorio della Sacra Famiglia passano a raccogliere già per la festa dei santi Cosimo e Damiano, quindi passano due volte. Sarà un grande parroco colui che farà fare la processione su tutta la nazionale e basta. Oppure basta con santi e madonne "dumannine", preghiamo in chiesa e il Signore ce ne sarà grati.

Devoto di barracca | il 01/07/2013 alle 23:35:14

Il quartiere barracca,vista la nota generosità,non avrebbe alcun problema ad accogliere gli amici del comitato festa della Madonna del Carmelo,anzi la gioia sarebbe immensa! È solo una questione di mentalità ,che, sono fiducioso,negli anni cambierà. Sempre viva la Madonna del Carmelo e la Madonna di Portosalvo!

DOMENICO BONVEGNA | il 14/07/2013 alle 16:57:25

Fermo restando che stiamo parlando della festa più importante della città, la PATRONA, in questo momento non so bene la Storia perchè è capitata proprio nel territorio di BUCALO...Credo anche che si tratti della FESTA più importante dell'intera RIVIERA jonica...allora per esempio perchè non ingaggiare una buona BANDA MUSICALE che suoni pezzi "come Dio comanda" dietro la Vara? E non la solita "musichetta"(non ce l'ho con loro...che poverini fanno del loro meglio)Sono cose che ho scritto in 2 miei interventi negli anni scorsi... Poi per quanto riguarda la DURATA DELLA PROCESSIONE...non è possibile che DURI, 5 ore e mezzo...è un MASSACRO!!!!Basterebbe la metà...naturalmente ogni anno si scelgono le vie da attraversare...

Natale Russo | il 14/07/2013 alle 18:28:56

Sono perfettamente d'accordo che la processione debba percorrere tutto il paese. Per la durata. Si potrebbe coinvolgere più sacerdoti e farla iniziare anche prima . È una questione organizzativa risolvibilissima. In quanto alla raccolta: no comment

devoto | il 18/07/2014 alle 22:56:05

la banda V.Bellini non sarà un'orchestra sinfonica ma è un vanto per il nostro paese. Basti pensare alle tournè fatte in mezza Europa con risultati di vero pregio e vanto! direi che il signor Bonvegna poteva farne a meno con questa uscita fuori luogo e fuori tema.. si parlava di processione anche a Barracca non di bande musicali. Chiamiamo l'orchestra della Scala o quella del concerto di capodanno

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.