Mercoledì 19 Dicembre 2018
Prosegue la raccolta dei rifiuti indifferenziati dopo lo stop al conferimento


Il prefetto fa riaprire la discarica e scongiura la crisi. Sindaci convocati a Palermo

di Andrea Rifatto | 30/11/2018 | AMBIENTE

520 Lettori unici

Il prefetto Maria Carmela Librizzi

Riprende la raccolta dei rifiuti indifferenziati nei comuni soci dell’Ato Me4. Dopo lo stop al conferimento in discarica deciso dalla Sicula Trasporti, società che gestisce il sito di stoccaggio di Catania, è intervenuto il prefetto di Messina, Maria Carmela Librizzi, che ieri aveva ricevuto per conoscenza la lettera inviata a 27 Comuni della zona jonica e della Valle dell’Alcantara e al Dipartimento regionale Acqua e Rifiuti con la quale Sicula Trasporti comunicava la sospensione definitiva per 15 comuni e dal 7 dicembre per altri 12 a causa dell’elevato credito vantato dall’Ato Me4. Il rappresentante del Governo si è messo in contatto con i sindaci e dopo aver appreso delle loro preoccupazioni visto il rischio che i rifiuti rimanessero sulle strade o comunque non raccolti, ha chiesto alla Sicula Trasporti di concedere una proroga e fare entrare gli autocompattatori. Annullata quindi la riunione dei sindaci che era stata convocata per oggi pomeriggio a Sant'Alessio per valutare il da farsi. La deroga era stata accordata fino al 7 dicembre, data in cui i sindaci saranno a Palermo per un incontro con il dirigente generale del Dipartimento Acqua e Rifiuti, Salvatore Cocina, per discutere della problematica e provare a trovare una soluzione alternativa, e successivamente spostata all'11 per consentire comunque ai mezzi di raccogliere e scaricare durante tutto il prossimo fine settimana. Al tavolo tecnico di Palermo si punta a trovare delle soluzioni per non essere costretti a convivere con le continue chiusure della discarica catanese. La raccolta dei rifiuti indifferenziati prosegue dunque regolarmente sia con i cassonetti stradali che nei comuni dove è attivo il porta a porta. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.